christina_3 002

La fotografia è un’ immagine che riflette la nostra visione interiore.

Nel seminario fotografico avvicineremo il paesaggio nel cuore del Mar Egeo.

Una qualità di vita che mantiene un rapporto attivo con la presenza primordiale dell’uomo fin dai tempi antichi.

L’isola di Schinoussa si trova nell’area dove sono nate le figurine delle Cicladi.

Ciò che si mantiene ancora è l’innocenza di espressione.

7 giorni per fotografare è aperto a chiunque sia interessato a conoscere l’ arte della fotografia, qualunque sia la sua età  e anche senza conoscenze fotografiche precedenti.

Vi sarà un incontro giornaliero, dalle 8.30  alle 11.30, durante il quale si camminerà per l’isola insieme  facendo scatti.
Il pomeriggio, dalle 18.00 alle 20.30,  si studieranno gli scatti di ogni giorno e ci si eserciterà alla vista critica. Ognuno presenterà i suoi scatti agli altri partecipanti e  allo stesso tempo imparerà a commentare osservando il lavoro degli altri.
Il sistema  critico messo a punto da Panayiotis Lamprou si chiama “raw sight” che significa “vista grezza”. Con questo termine si vuole dire che  si possono scegliere immagini che hanno un valore di bellezza per gli occhi senza passare per la difficoltà di capire con la mente. E’ un lavoro di conoscenza della percezione e della visione. Ognuno
verrà anche seguito individualmente, definendo obiettivi individuali di lavoro.
La presenza dei partecipanti agli incontri non è obbligatoria, né è obbligatorio scattare delle fotografie. Ognuno può fare ciò che desidera, secondo il suo umore:  lo spirito di gruppo non è adatto per tutti e in  tutti i momenti. Però sarebbe buona cosa che i partecipanti potessero mescolarsi fra loro.
Non siamo interesanti a un tema fotografico specifico: siamo interessati a sentire come si genera una immagine interiore dal contatto con la realtà esterna.
 
Coloro che desiderano partecipare al seminario con fotografie scattate prima della data del seminario, devono darne informazione al momento dell’iscrizione iscrizione.

Materiale:  i partecipanti possono usare le loro fotocamere digitali. Ogni fotografo consegnerà una chiavetta USB che conterrà gli scatti del giorno. Le fotografie devono essere convertite in JPG a 72 dpi/1200pixel. Sarà fornita l’assistenza necessaria per imparare a farlo. I fotografi devono avere oltre alla loro macchina fotografica digitale anche un computer portatile. (Altrimenti, possono usare il computer ausiliario offerto da Buon Vento.)

Panayiotis Lamprou — Fotografia

Ecco una piccola introduzione al corso tratto dal laboratorio di fotografia tenutosi a Milano in occasione delle Presentazioni delle attività di Buon Vento 2016