Il teatro è un mezzo straordinario per sfatare tabù, per esplorare risorse, scomporre e ricomporre la realtà, vederla con altri occhi,  scoprire capacità espressive nascoste.. ma  soprattutto per raccontare il mondo che abbiamo dentro.

Un grande viaggio di esplorazione in noi stessi,  propiziato da ciò che sta fuori di noi.

L’isola.

Nulla di più invitante che potersi immergere geograficamente nel luogo dov’è nato qualche millennio fa, per  provare a giocare insieme al gioco del teatro.

L’ispirazione ci verrà direttamente dal mare, dalla sabbia dai profumi dagli ulivi.

E  sgorgheranno naturalmente dalle profondità del nostro essere le risonanze con la poesia omerica;  scoveremo le trame tragiche di Euripide, Eschilo e Sofocle nascoste dietro le pieghe delle rocce, tali e quali a bambini che giocano male a nascondino

Toccheremo con mano come i classici ci siano ancora più vicini di quanto avremmo mai sognato di desiderare sui banchi di scuola. Faremo amicizia con loro,  ma saranno essi ad usarci e non viceversa.

Noi saremo le marionette nelle mani di cotanti autori.

Basterà schioccare le dita e millenni di storia si sbricioleranno nel grande mortaio della fantasia.


Programma

Il laboratorio  teatrale  si terrà ogni giorno nelle ore non troppo calde del tardo pomeriggio, che meglio si addicono all’attenzione e alla creatività,  e si modulerà in vari momenti :

  • uno di gioco collettivo e di riconoscimento fisico che durerà circa mezz’ora
  • uno di accostamento ai testi (singole scene e narrazioni poetiche estrapolate dai classici sottoelencati)  e di sviluppo dei personaggi che ciascuno vorrà approfondire
  • e un terzo momento , più lungo, dove si darà spazio all’improvvisazione , dove ogni partecipante avrà l’opportunità di mettersi alla prova sia come attore , sia come regista del tema che avrà deciso di realizzare con l’aiuto dei compagni.

(gli spazi fisici si decideranno insieme di volta in volta, a seconda delle esigenze sceniche)

Negli ultimi giorni allestiremo una rappresentazione finale col materiale prodotto (poiché il teatro vive solo con la presenza di un pubblico)

Tutto ciò in piena  e completa libertà.

Consiglio a tutti di attrezzarsi con abbigliamento idoneo, anche se, considerando il luogo e la stagione, non ne servirà molto.

Letture tra cui scegliere, per avvicinarsi al workshop:

Omero (Odissea)

Eschilo (Prometeo incatenato)

Euripide (Ippolito , Andromaca , Medea)

Sofocle (Antigone, Edipo re, Elettra)

Marco Pagani — Teatro