Acquerelli di allievi – Schinoussa 2016

L’acquerello ha il potere di regalare momenti di pace e di rilassamento,

insegna a cogliere sfumature  e trasparenze, ad affidarsi alla imprevedibilità dell’acqua e a lasciarsene sorprendere.

Le regole sono semplici e fondamentali ma l’acquerello richiede un rapporto tra

la nostra energia e quella dell’acqua che si muove, si ferma, e non sempre obbedisce!

E quello che ne scaturisce è sempre qualcosa di nuovo e di inaspettato.

Accogliere questa imprevedibilità è un modo per ritrovarsi e non importa quello che si vuole, importa ciò che si permette che avvenga, spesso molto più prezioso del nostro solito orizzonte.
Ci saranno  incontri di gruppo   quotidiani (2 o 3 ore) e supervisioni individuali.

Le tappe della settimana di acquerello

1) conoscere gli strumenti, i materiali e sperimentarne le potenzialità: velatura uniforme, velatura sfumata, pittura su bagnato e rifiniture sull’asciutto. Stiratura del foglio e sperimentazione su vari tipi di carta;

2) esercitarsi a cogliere le sfumature, luci e ombre dell’ambiente, lasciandosi pervadere da odori, suoni e voci, per imparare a vedere prima di intraprendere il disegno, con attività  pratiche

3) Scelta dei temi e … tutti al lavoro! con la possibilità di decidere di volta in volta i soggetti e i temi di ogni partecipante

Il materiale verrà fornito dall’organizzazione.

Elena Giorgio — Acquerelli